Cerca

T.r.g.a. Trentino Alto Adige, Trento, 15 ottobre 1997, n. 312, mutamento di destinazione

Compete all’amministrazione separata degli usi civici e non al comune disporre l’alienazione e il mutamento di destinazione di terreni gravati da uso civico.

E’ illegittima, per violazione dell’art. 22, n. 3, d.p. prov. auton.di Trento 11 novembre 1952 n. 4, la delibera del consiglio comunale che dispone lo sgravio (rectius il mutamento di destinazione) di terreno soggetto ad uso civico per un’opera diretta alla difesa specifica di un fondo privato.

Brevi note

Articoli correlati

Illegittimità del silenzio dell’A. sulla diffida a concludere il procedimento di affrancazione degli usi civici ento un termine da determinarsi.[...]
Il  TAR Puglia, con una sentenza molto motivata, osserva che il provvedimento di legittimazione delle occupazioni abusive di terre del[...]
IL TAR BRESCIA HA RITENUTO IMPROCEDIBILE PER DIFETTO SOPRAVVENUTO DI INTERESSE  IL RICORSO  DEL COMUNE DI ZONE  AVVERSO IL DINIEGO[...]
Niente più post da mostrare