Cerca

Cass., sez. un., 5 giugno 2002, n. 8145, ordinanza commissariale di sospensione, di annullamento e di reintegra, ricorso per cassazione, inammissibilità

Poiché trattasi di provvedimento privo di contenuto decisorio e definitivo, e pertanto idoneo a pregiudicare la risoluzione della controversia, è inammissibile il ricorso per cassazione proposto avverso l’ordinanza con la quale, nella pendenza di un giudizio di reintegrazione di un terreno alla civica amministrazione ex art. 29 seg. l. 16 giugno 1927 n. 1766, il commissario agli usi civici abbia rigettato l’istanza del privato di annullamento o revoca dell’ordinanza sindacale di sospensione di ogni attività su medesimo territorio; né detto ricorso per cassazione può convertirsi in regolamento preventivo di giurisdizione allorché, come nella specie, la questione con esso posta, attenga non all’esistenza o meno della giurisdizione del commissario, ma ai poteri esercitabili da detto organo giudiziario, e quindi ai limiti interni al giudizio in corso davanti allo stesso.

Brevi note

Articoli correlati

La Sez. 2° Cass. si occupa dei poteri d’ufficio del Commissario usi civici e della non espropriabilità dei beni di[...]
In un giudizio in cui il Comune de L’Aquila aveva agito in via petitoria per il rilascio di beni appartenenti[...]
Giurisprudenza oramai consolidata ma è bene ricordarla. La parte in diritto dell’ordinanza e la massima sono pubblicate in www.osservatorioagromafie.it cass-civ-5989-2024
Questione di giurisdizione in materia di mutamento della destinazione d’uso di un terreno gravato da uso civico al fine di[...]
Niente più post da mostrare