Cerca

Comm. u.c. Veneto, 13 maggio 2005 , espropriazione beni usi civico, autorizzazione al mutamento d’uso

Venezia, 13 maggio 2005, Agenzia Demanio c. Com. Enego, espropriazione di beni soggetti ad uso civico: deve esser preceduta da provvedimento di autorizzazione al mutamento della destinazione d’uso

Sono assoggettabili ad espropriazione per pubblica utilità i beni di uso civico, qualora sia già avvenuta l’assegnazione alla categoria a), prevista dall’art. 11 l. 1766/1927, purché sia stata ottenuta l’autorizzazione disposta dall’art. 12 della stessa legge; l’esproprio di termini per opere destinate alla difesa militare senza gli indispensabili antecedenti giuridico- fattuali, contrasta, quindi con i caratteri di indisponibilità, imprescrittibilità e inusucapibilità dei beni stessi, sacrificabili solo alle condizioni previste dalla legge.

Brevi note

Articoli correlati

Comm.u.c. Venezia, 27 ottobre 1997, Comune di Arta Terme – Funzioni regionali delegate al commissario agli usi civici per il[...]
Giudizio di accertamento del patrimonio regoliero dell’antica regola di Lozzo di Cadore non ricostituita
– Anche le sentenze emesse in sede contenziosa dal commissario per gli usi civici sono impugnabili per revocazione, ai sensi[...]
Comm. u.c. Venezia, 10 luglio 1999 – Cattaruzza contro il Comune di Auronzo di Cadore Anche ai sensi della legislazione[...]
L’art. 39 l. 16 giugno 1927 n. 1766,  riguarda solamente la fase amministrativa della procedura di riordino degli usi civici;[...]
Comm.u.c. Venezia, 29 giugno 1993 – Giudizio – verifica demaniale – violazione del contraddittorio – poteri del commissario
Niente più post da mostrare