Cerca

Comm. u.c. Friuli Venezia Giulia, 27 ottobre 1997, processo usi civici, anticipo di spese a carico del comune

L’art. 39 l. 16 giugno 1927 n. 1766,  riguarda solamente la fase amministrativa della procedura di riordino degli usi civici; in forza del rinvio, operato dall’art. 31 di tale legge, alle norme del processo davanti ai pretori, non è fondata, in sede di opposizione ad un decreto di dichiarazione negativa circa la sussistenza di beni di uso civico, la richiesta diretta ad ottenere, da parte del comune, l’anticipo delle spese necessarie.

Brevi note

Articoli correlati

Comm.u.c. Venezia, 27 ottobre 1997, Comune di Arta Terme – Funzioni regionali delegate al commissario agli [...]

Giudizio di accertamento del patrimonio regoliero dell’antica regola di Lozzo di Cadore non ricostituita

[...]

Venezia, 13 maggio 2005, Agenzia Demanio c. Com. Enego, espropriazione di beni soggetti ad uso civico: [...]

– Anche le sentenze emesse in sede contenziosa dal commissario per gli usi civici sono impugnabili [...]

Comm. u.c. Venezia, 10 luglio 1999 – Cattaruzza contro il Comune di Auronzo di Cadore Anche [...]

Comm.u.c. Venezia, 29 giugno 1993 – Giudizio – verifica demaniale – violazione del contraddittorio – poteri del commissario

[...]
Niente più post da mostrare