Cerca

Corte cost., ordinanza 10 febbraio 2014, n. 21, sui poteri officiosi del commissario usi civici

sulla questione di legittimità costituzionale dell’art. 29 della legge 16 giugno 1927, n. 1766, nella parte in cui consente al Commissario regionale per gli usi civici di iniziare d’ufficio i procedimenti giudiziari che egli stesso dovrà decidere, in violazione dei principi costituzionali di terzietà e imparzialità del giudice

Brevi note

Articoli correlati

Il ricorso del Governo è diretto contro le norme della legge reg. sarda n.9 /2023 che pretendono di attribuire alla[...]
La Corte cost. ha dichiarato inammissibile il ricorso  ritenendo carente, non plausibile e contraddittoria la motivazione dell’ordinanza di rimessione  e[...]
Niente più post da mostrare