Cerca

Cass., sez. un. 14 maggio 1993, n. 5506, eccezione di demanialità civica, giurisdizione

Il giudice ordinario può esaminare incidentalmente l’eccezione di demanialità del suolo sollevata da un terzo possessore al solo fine di negare la posizione di diritto accampata dall’attore, risolvendosi l’eccezione nella semplice contestazione di fatto costitutivo del preteso diritto, senza, quindi, che per essa venga ad innestarsi nel processo una controversia sull’esistenza dell’uso civico, rientrante, come tale, nella giurisdizione del commissario regionale.

Brevi note

Articoli correlati

La Sez. 2° Cass. si occupa dei poteri d’ufficio del Commissario usi civici e della non espropriabilità dei beni di[...]
In un giudizio in cui il Comune de L’Aquila aveva agito in via petitoria per il rilascio di beni appartenenti[...]
Giurisprudenza oramai consolidata ma è bene ricordarla. La parte in diritto dell’ordinanza e la massima sono pubblicate in www.osservatorioagromafie.it cass-civ-5989-2024
Questione di giurisdizione in materia di mutamento della destinazione d’uso di un terreno gravato da uso civico al fine di[...]
Niente più post da mostrare