Cerca

TAR Abruzzo, sez.I, 24 marzo 2009, n. 220, servitù di elettrodotto su terreni gravati, canoni, giurisdizione

Le controversie riguardanti canoni correlati al godimento di beni pubblici rientrano nella cognizione del giudice ordinario a meno che non coinvolgano la verifica del quomodo dei poteri autoritativi dell’amministrazione all’interno di un rapporto concessorio; di conseguenza la controversia riguardante la revoca di concessione di servitù di elettrodotto su area gravata da usi civici, anche se fondata sul mancato pagamento dei canoni determinati unilateralmente dall’amministrazione, deve essere decisa dal giudice amministrativo.

Brevi note

Articoli correlati

Il  TAR Puglia, con una sentenza molto motivata, osserva che il provvedimento di legittimazione delle occupazioni abusive di terre del[...]
IL TAR BRESCIA HA RITENUTO IMPROCEDIBILE PER DIFETTO SOPRAVVENUTO DI INTERESSE  IL RICORSO  DEL COMUNE DI ZONE  AVVERSO IL DINIEGO[...]
Niente più post da mostrare